Anatomia

Funzioni di glucosamina e condroitina

La glucosamina e la condroitina sono componenti naturali del tessuto connettivo, gli elementi costitutivi di molte strutture del corpo umano. Il loro ruolo nel sostenere e riparare la cartilagine delle articolazioni è il più studiato.

Con l’età, sempre meno di queste sostanze vengono prodotte, il che porta alla distruzione della cartilagine e a cambiamenti distrofici nelle articolazioni, accompagnati da dolore e mobilità limitata. Le carenze di glucosamina e condroitina possono essere colmate con fonti esterne – cibi e medicine che le contengono.

Cos’è la glucosamina?

La glucosamina è una sostanza speciale che aiuta a ricostruire la cartilagine, le articolazioni e i legamenti. Il dolore alle articolazioni colpisce molte persone, soprattutto con l’avanzare dell’età. Possono limitare notevolmente la mobilità, poiché ogni movimento è accompagnato dal dolore.

È una sostanza speciale per i tessuti articolari che promuove la rigenerazione delle articolazioni, della cartilagine e dei legamenti. La glucosamina promuove la formazione di una completa cartilagine elastica e resistente delle articolazioni, previene lo sviluppo di infiammazioni nei tessuti articolari. Favorisce la formazione del fluido articolare – il fluido visco-elastico che riempie l’articolazione, che promuove lo scorrimento delle superfici articolari in relazione tra loro.

La glucosamina, specialmente in combinazione con la condroitina, migliora la resistenza della cartilagine ai danni, sostiene la rigenerazione del tessuto articolare, riduce l’infiammazione dell’articolazione e allevia i sintomi dell’osteoartrite.

Perciò è importante ottenere regolarmente questo materiale da costruzione dai preparati condroprotettori.

Cos’è la condroitina?

La condroitina è una sostanza che fa parte della cartilagine, dei legamenti e delle ossa, una componente importante delle articolazioni, da cui dipende la sua condizione e il suo normale funzionamento. Non è solo un materiale da costruzione: la condroitina trattiene l’umidità, è coinvolta nei processi metabolici, stimola la produzione di liquido sinoviale.

La condroitina influisce sulla funzione delle cellule della cartilagine – i condrociti. Quando il corpo è giovane, i condrociti producono una quantità sufficiente di collagene e altri elementi strutturali della cartilagine, ma con l’età l’attività delle cellule diminuisce. La carenza di condroitina colpisce soprattutto la cartilagine: inizia il processo di distruzione, riduzione della forza e dell’elasticità, perde l’umidità e diventa sottile.

La quantità di liquido sinoviale che permette alle superfici articolari di scorrere l’una rispetto all’altra è ridotta, limitando il movimento articolare. Questi processi di solito portano all’infiammazione – l’artrite o osteoartrite si sviluppa ed è accompagnata da dolore. La carenza di condroitina nell’uomo in questa situazione può essere reintegrata solo da fonti esterne – cibi e medicine.

Indicazioni d’uso

Glucosamina e condroitina si sono dimostrate efficaci e indispensabili nel trattamento di molte malattie articolari. È usato attivamente per osteocondrosi, artrosi, artrite e altre condizioni. Basta ricordare che gli effetti della glucosamina, così come del solfato di condroitina, si sviluppano gradualmente. Pertanto, le principali indicazioni d’uso sono varie manifestazioni di osteoartrite:

  • Dolore
  • Rigidità
  • Scricchiolio (un suono caratteristico quando si piegano gli arti)
  • Gonfiore delle articolazioni
  • Crescite ossee (in caso di osteoartrite avanzata)

Glucosamina e condroitina solfato in quale cibo si trova?

La maggior parte degli alimenti che consumiamo quotidianamente contengono in un modo o nell’altro la glucosamina. La fonte principale di questo solfato è ovviamente la cartilagine. La glucosamina dove si trova in:

  • pollame (tacchino, pollo e galline);
  • varietà grasse di manzo;
  • formaggi duri.

Il problema è che, sotto l’influenza di molti fattori esterni – questa sostanza può facilmente rompersi. Quindi, la quantità di cartilagine benefica nel cibo può essere solo indovinata. La condroitina dove si trova in:

  • pesce rosso (salmone e salmone);
  • tessuto osseo nei pesci e negli animali con zoccoli;
  • I tendini e le cartilagini degli animali.

Miglior integratore di glucosamina e condroitina

La maggior parte dei nutrizionisti crede che riceviamo pochissime di queste sostanze dal cibo. Ecco perché i condroprotettori sotto forma di capsule o compresse come Osteodol, Arthro Care, Arthromagic Caps o Artrolux capsule sono raccomandati come parte delle misure terapeutiche.

Gli integratori di glucosamina e condroitina sono prescritti per sostenere gli atleti, le persone in sovrappeso e quelle con vari tipi di disturbi articolari. Le sostanze sono anche aggiunte a creme, unguenti e spray, come Hondrox spray o Artrolux crema, che mirano a rigenerare e ripristinare le articolazioni.

Quando assumere glucosamina e condroitina?

La glucosamina e la condroitina devono essere prese con o dopo i pasti, a seconda delle istruzioni del produttore. L’integratore deve essere assunto a stomaco vuoto solo se prescritto da un medico. L’effetto massimo degli integratori può essere raggiunto con un esercizio moderato 30 minuti dopo l’assunzione dell’integratore. L’esercizio dovrebbe coinvolgere le articolazioni o i dischi spinali colpiti, in modo che il farmaco penetri maggiormente in essi. Questo metodo aumenterà l’efficacia del trattamento molte volte, e aiuterà le articolazioni e la spina dorsale a recuperare più velocemente.

Non aspettatevi un miglioramento istantaneo dall’assunzione di integratori – hanno bisogno di essere presi per molto tempo e continuamente. Il recupero veloce delle articolazioni è impossibile – il loro metabolismo è lento. Il dolore e il gonfiore possono diminuire dopo pochi giorni, ma per il ripristino e il rafforzamento del tessuto cartilagineo saranno necessari almeno 2-3 mesi.

Limitazioni d’uso, controindicazioni

Chondroitin non è raccomandato per la gravidanza, l’allattamento e i bambini sotto i 15 anni di età. Si raccomanda cautela in caso di malattie croniche, specialmente diabete mellito, insufficienza cardiaca e renale. Dato che la condroitina deriva dalla cartilagine di bovini e pesci, le allergie a tali prodotti possono provocare una reazione ai preparati che la contengono. Raramente, tuttavia, ci sono casi di intolleranza individuale alla sostanza stessa.

Le controindicazioni alla glucosamina sono ipersensibilità alla glucosamina, fenilchetonuria (se il farmaco contiene aspartame), grave insufficienza renale cronica, bambini sotto i 12 anni, gravidanza, periodo di allattamento.

L’effetto collaterale più comune di questi farmaci è la reazione allergica. Disturbi gastrointestinali come dolori addominali, costipazione, gonfiore e flatulenza sono talvolta riportati. Molto raramente, la glucosamina e la condroitina possono causare mal di testa, disturbi del sonno e vertigini. Prima di usare qualsiasi medicinale, legga il foglietto illustrativo per familiarizzare con gli effetti collaterali.

Dove acquistare glucosamina e condroitina

Ci sono vari integratori condroprotettivi disponibili nelle farmacie e nei siti web dei produttori.

Conclusione

In conclusione, si può trarre la seguente conclusione sulla conservazione delle articolazioni, la glucosamina e la condroitina:

  1. La condroitina e la glucosamina sono necessarie al corpo per mantenere la struttura della cartilagine e del tessuto connettivo.
  2. Mantenere le articolazioni sane senza un sufficiente esercizio fisico e una buona alimentazione è quasi impossibile.
  3. Il corpo sintetizza la glucosamina e la condroitina solo in piccole quantità, quindi è importante che queste sostanze vengano integrate con il cibo o con integratori bioattivi.
  4. Il trattamento termico può distruggere abbastanza facilmente la glucosamina e la condroitina presenti nei prodotti animali.
  5. L’uso supplementare di glucosamina e condroitina nel cibo è giustificato e necessario – soprattutto per le persone carenti di queste sostanze o a più alto rischio di danni alla cartilagine.
  6. Entrambe le sostanze sono altamente biodisponibili e ben assorbite, essendo incorporate inalterate nella struttura del tessuto cartilagineo.
  7. Prendere condroitina e glucosamina dalla cartilagine di squalo ogni anno per 1 o 3 mesi come misura profilattica durante i periodi di sforzo elevato.

Marco Satmari

Laureato in di Master di I Livello presso l'Istituto Ortopedico Rizzoli nel 2019. In seguito è stato impegnato nell'insegnamento e nella formazione degli studenti che vogliono entrare nella facoltà di medicina. Ora faccio pratica e dal 2020 pubblicherò articoli sui problemi dell'apparato muscoloscheletrico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button