ArtriteRimedi

Mal di schiena: tipi, sintomi, trattamento, opinioni dei medici

I medici stimano che circa quattro cittadini italian su cinque hanno a che fare con il mal di schiena almeno una volta nella loro vita. Dopo il mal di testa, è uno dei tipi di dolore più comuni. Oltre alla schiena, la zona del collo o delle spalle è spesso colpita perché i muscoli sono tesi e induriti. Colloquialmente, il dolore è spesso chiamato lombalgia, anche se quest’ultima per definizione indica solo la regione sotto l’arco costale e sopra la piega glutea.

Nella maggior parte dei casi, il mal di schiena è innocuo e va via da solo in pochi giorni o settimane. A volte, però, diventa cronica e persiste in modo permanente. I medici distinguono tra diversi tipi di dolore. Possono essere classificati secondo certi criteri: Secondo la durata, la localizzazione del dolore e la causa.

Acuto e subacuto

I medici fanno la seguente classificazione per il mal di schiena:

  • Il mal di schiena acuto dura sei settimane o meno. Si sviluppano per la prima volta o dopo un periodo senza mal di schiena di almeno sei mesi.
  • Il mal di schiena subacuto dura più di sei settimane, ma al massimo dodici settimane. Poi spariscono di nuovo.

Mal di schiena cronico

È così che i medici distinguono il mal di schiena cronico da quello ricorrente:

  • Il mal di schiena cronico dura più di sei mesi. Varia anche la sua gravità. Il mal di schiena cronico spesso colpisce persone anziane che hanno già una varietà di altri problemi di salute.
  • Mal di schiena ricorrente (recidivante): in questo caso, le persone hanno episodi ricorrenti in cui il dolore si riaccende. Devono esserci almeno sei mesi tra questi episodi senza alcun reclamo.

Mal di schiena: localizzazione del dolore

Oltre alla durata del dolore, è anche importante per i medici sapere dove si trova esattamente il dolore. La ragione del mal di schiena può essere nella colonna vertebrale e nella zona circostante, ma anche in un’altra parte del corpo. Esiste la seguente classificazione:

  • Dolore alla schiena “lower back”: La parte bassa della schiena è dove la maggior parte delle persone sperimenta il mal di schiena. Molti lo descrivono come “dolore alla schiena sopra le natiche”. Una ragione è che la colonna lombare (LS) deve sopportare carichi maggiori. Tra le altre cose, sopporta gran parte del peso del corpo durante la sua vita. I muscoli spesso si sovraffaticano sotto grande sforzo[SS3] . Lesioni ed ernie del disco non sono rare nella parte bassa della schiena. Il dolore può presentarsi al centro della schiena, ma anche solo in basso a destra o in basso a sinistra.
  • Dolore nella parte superiore della schiena: il dolore nella zona superiore della colonna vertebrale e del collo è anche familiare a molte persone. Il dolore alla schiena può essere unilaterale in alto a sinistra o in alto a destra, ma può anche estendersi su tutta la parte superiore della schiena. Le cause sono diverse e vanno dalla tensione causata da una cattiva postura fisica allo slittamento dei dischi e allo stress. Spesso il dolore non è limitato a queste regioni, ma si irradia alle spalle, alle braccia e alla parte posteriore della testa. Poi si sviluppa la cefalea tensiva
  • Dolore alla schiena nella “parte centrale della schiena”: Questo è spesso causato da muscoli irritati e tesi o da danni alle articolazioni vertebrali. Il dolore alla schiena può presentarsi a destra, a sinistra (lato) o al centro.
Mal di schiena localizzazione

Mal di schiena: cause

Le cause del mal di schiena sono estremamente varie. Possono trovarsi direttamente nella spina dorsale e nei muscoli della schiena, ma possono anche provenire da un luogo completamente diverso. I medici fanno fondamentalmente due classificazioni:

  • dolore alla schiena specifico, dove identificano una causa fisica.
  • Mal di schiena non specifico: questo è molto più comune e circa nove pazienti su dieci rientrano in questa categoria. Il fattore scatenante del dolore non è chiaramente identificabile in questo caso, così che un medico non può trattarlo in modo specifico.

Inoltre, la colonna vertebrale può essere divisa in tre sezioni. I problemi alla schiena possono svilupparsi in tutte le sezioni:

  1. Mal di schiena: colonna vertebrale lombare (LWS)
  2. Colonna vertebrale toracica (BWS)
  3. Mal di schiena: colonna cervicale (HWS)

Non specifico mal di schiena

Il mal di schiena aspecifico (anche non specifico) non può essere ricondotto a cambiamenti nella colonna vertebrale o nei muscoli della schiena. Piuttosto, la complessa interazione dei muscoli, delle articolazioni e dei legamenti della schiena è disturbata. Anche se non è possibile trovare una causa unica, ci sono alcuni fattori scatenanti:

  • Mancanza di esercizio fisico: la maggior parte dei italian sta troppo seduta. Gli esperti hanno calcolato che passiamo circa 10-15 ore al giorno sulla nostra schiena. La mancanza di allenamento muscolare e lo sforzo scorretto sulla colonna vertebrale non solo hanno conseguenze dolorose per la schiena.
  • Muscoli del tronco deboli: i muscoli del tronco devono sopportare il peso del corpo per tutta la vita. Sono importanti per camminare, stare in piedi, piegarsi e sedersi.
  • Carichi errati, posture scorrette e tensione muscolare: I muscoli si induriscono e si accorciano quando sono poco allenati, caricati male o caricati su un lato. Chiunque abbia trascorso troppo tempo nella stessa postura ad una scrivania senza muoversi e sciogliere i muscoli in mezzo ha probabilmente familiarità con tale tensione muscolare.
  • Molte persone soffrono di mal di schiena a causa dello stress, perché l’anima vi gioca un ruolo! Per esempio, lo stress sul lavoro, le difficoltà finanziarie o le preoccupazioni in famiglia possono avere un impatto sulla psiche e alla fine sotto forma di dolore schiena.
  • Geni: La predisposizione al può anche essere ereditata dalla famiglia. Il mal di schiena è più comune in alcune famiglie.

Dolore specifico alla schiena

In questo caso, i medici possono individuare una chiara ragione per i reclami. Spesso si tratta di malattie che colpiscono la colonna vertebrale e i muscoli, ma non solo: anche altri organi lontani che forse non assocerete al vostro possono manifestarsi attraverso il sintomo “mal di schiena”.

Le principali cause del mal di schiena localizzato nella colonna vertebrale:

  • Ernia del disco acuta (prolasso del disco)
  • Restringimento del canale spinale (stenosi spinale)
  • Blocco vertebrale, ad esempio la sindrome dell’articolazione sacroiliaca (sindrome ISG)
  • Vertebre spostate o infiammate
  • Frattura vertebrale, per esempio nell’osteoporosi: il dolore alla schiena dopo una caduta è spesso la prima indicazione di perdita ossea.
  • Scivolamento vertebrale perché le vertebre sono instabili (spondilolistesi)
  • Usura generale delle articolazioni (artrosi), usura delle articolazioni vertebrali
  • Colpo di frusta, per esempio dopo un incidente d’auto
  • La malattia di Bekhterev è una malattia reumatica che colpisce principalmente l’articolazione tra il sacro e l’ilio.
  • Il morbo di Paget è una malattia delle ossa in cui l’osso si rimodella gradualmente. L’architettura ossea è disturbata e l’osso diventa instabile.
  • Lombaggine, in cui un dolore acuto si spara rapidamente nella colonna lombare.
  • Nervi infiammati nella zona della spina dorsale, per esempio la sciatica – il dolore alla schiena si sposta nella gamba nella sciatica.
  • Scoliosi: la colonna vertebrale devia lateralmente dall’asse principale ed è anche contorta.
  • Perdita ossea (osteoporosi): la sostanza ossea si rompe e diventa fragile.
  • Il mal di schiena può anche essere sintomo di un tumore, per esempio nelle costole o nella spina dorsale. Il dolore da cancro si verifica quando le cellule tumorali migrano e metastatizzano alle ossa.
Dolore specifico alla schiena

Focus Salute:

Stenosi spinale (stenosi del canale spinale): Le ossificazioni nelle vertebre e nei legamenti causano costrizioni che premono sul midollo spinale nel canale spinale e colpiscono i nervi. La chirurgia di solito ripara il danno

Le cause del mal di schiena possono risiedere anche in altri organi e regioni del corpo. Il dolore ha origine lì e poi si irradia nella schiena. È così che chi ne soffre percepisce il mal di schiena. Alcuni esempi:

  • Mal di schiena e cuore: infarto, angina pectoris (stretta al petto), infiammazione del muscolo cardiaco, pericardite.
  • Reni mal di schiena: Calcoli renali, infiammazione della pelvi renale
  • E polmoni: polmonite, embolia polmonare, collasso polmonare (pneumotorace).
  • Prostatite (infiammazione della prostata)
  • Pancreatite (infiammazione del pancreas)
  • Sovrappeso e obesità (adiposità): l’aumento di peso mette a dura prova la schiena quando si cammina e si sta in piedi e la fa dolere.
  • Infezioni, come la neuroborreliosi, l’herpes zoster o la polmonite.
  • Un’influenza o un raffreddore possono anche essere indirettamente associati al mal di schiena.  Molte persone hanno probabilmente familiarità con il mal di schiena quando tossiscono o starnutiscono.
  • Endometriosi (dispersione del rivestimento dell’utero)
  • Il mal di schiena durante la gravidanza non è raro. La maggior parte delle donne incinte aumenta di peso e il bambino è anche un peso aggiuntivo. Entrambi sforzano la colonna vertebrale e i muscoli della schiena, dell’addome e del bacino.
  • Il mal di schiena e il periodo (mestruazioni) sono spesso strettamente legati. Il dolore schiena è anche un compagno sgradevole per alcune donne durante l’ovulazione. Il dolore alla schiena si sposta nell’addome.
  • Dolore alla schiena dopo aver mangiato: La postura sbagliata a tavola è di solito il fattore scatenante. Ma le porzioni troppo grandi e il mangiare frettoloso possono anche colpire lo stomaco e irradiarsi nella schiena.

Sintomi di accompagnamento

A seconda della causa del mal di schiena, ci possono essere dei sintomi di accompagnamento. Questi dipendono sempre da ciò che sta causando il dolore. Alcuni esempi:

  • Mal di schiena e febbre: infezioni con batteri, virus o altri germi possono essere dietro questa combinazione. La febbre è una reazione naturale agli agenti patogeni invasori con cui il corpo cerca di combattere l’infiammazione.
  • Diarrea e mal di schiena: Le cause si trovano spesso nell’intestino quando il mal di schiena è accompagnato da diarrea, costipazione, nausea o vomito. Esempi sono i calcoli biliari o la sindrome dell’intestino irritabile. Tuttavia, la gravidanza può anche essere la causa.
  • Mal di schiena e mal di testa: la tensione muscolare nella zona del collo può essere la causa. Nella cosiddetta sindrome della vertebra cervicale (Cervical Spine Syndrome), la testa non può essere mossa senza dolore e il dolore si irradia alla parte posteriore della testa. Questa combinazione di mal di schiena e mal di testa è molto comune. La maggior parte delle persone conoscono la sindrome della colonna cervicale quando rimangono nella stessa posizione seduta al PC per troppo tempo.
  • Dolore alla schiena quando ci si sdraia: Il motivo potrebbe essere una lombaggine, per esempio. Chi ne è colpito ha difficoltà a stare in piedi, camminare o sdraiarsi. Ma i muscoli tesi, la mancanza di esercizio o il materasso sbagliato possono anche essere le cause se si prova dolore alla schiena quando si è sdraiati. Un consiglio: fate esercizio con moderazione! Il riposo a letto prescritto in passato appartiene ormai al passato.

Farmaci per aiutare il dolore mal di schiena

Farmaci che possono aiutarti con il tuo problema. Puoi scoprire qualcosa di più su di loro qui:

Name prodotto:Artrolux™️Osteodol™️
Vedi:capsulecapsule
Valutazione:5⭐⭐⭐⭐⭐5⭐⭐⭐⭐⭐
Produttore:🇮🇹🇮🇹
Recensioni negative:NoNo

Che tu sia benedetto. Scegliere le medicine giuste e provate.

Trattare il mal di schiena

Se il mal di schiena non va via da solo o se addirittura peggiora, è consigliabile una visita dal medico. Questo vale anche se si verificano sintomi come formicolio o intorpidimento, per esempio nelle braccia o nelle gambe.

L’interlocutore numero uno per la diagnosi del mal di schiena è il vostro medico di famiglia, che vi indirizzerà a uno specialista in ortopedia se qualcosa non è chiaro. Anche la terapia del mal di schiena appartiene alle mani di un medico – soprattutto se non si placa di nuovo, è grave o cronico.

Trattare il mal di schiena

Mal di schiena – ecco come il medico lo diagnostica

Inizialmente, il medico ti farà alcune domande sulla tua storia medica (anamnesi) per risalire alle cause del mal di schiena. Nella maggior parte dei casi, però, non troverà una ragione fisica che possa spiegare il mal di schiena. Le seguenti domande sono interessanti per il medico:

  • Dove si trova esattamente il dolore alla schiena: scapola, collo, parte media o bassa della schiena?
  • Da quanto tempo esistono e quanto sono intensivi?
  • Stai sperimentando il mal di schiena per la prima volta o continua a tornare?
  • Il dolore alla schiena esiste anche a riposo o solo quando si muove?
  • Ci sono altri sintomi che accompagnano il mal di schiena?
  • Qual è la sua occupazione? Ti siedi spesso durante il giorno?
  • Fai sport, se sì: che tipo di sport? (sport di resistenza, allenamento della forza)
  • Quante ore sei fisicamente attivo al giorno/settimana?
  • Ha qualche malattia nota? Se sì: quali? Per esempio osteoporosi, spondilite anchilosante, scoliosi
  • Ha avuto recentemente un incidente o si è ferito facendo sport?
  • Prende regolarmente dei farmaci? Se sì: quali?
  • Hai stress psicologico al lavoro, in famiglia o nella vita quotidiana?

Le tue risposte daranno al medico alcuni indizi su cosa potrebbe esserci dietro il mal di schiena. Poi segue un esame fisico, durante il quale il medico sente i muscoli. Usa le sue mani per trovare le zone dolorose e i muscoli tesi e induriti. Sulla base delle domande e dell’esame fisico, i medici possono spesso escludere una causa organica. In caso contrario, in alcuni casi seguono procedure di imaging:

  • Esame a raggi X
  • Tomografia computerizzata (CT)
  • Risonanza magnetica (MRI, anche risonanza magnetica).

Tuttavia, le società mediche sconsigliano l’uso di questi metodi nella diagnosi del mal di schiena quando i segni di allarme di una malattia pericolosa sono assenti e non c’è un sospetto concreto. Solo se il dolore alla schiena dura più di quattro o sei settimane o se si intensifica, i medici dovrebbero considerare metodi di diagnostica per immagini. Ci sono tre ragioni per questo:

  1. Gli esami spesso non sono molto conclusivi.
  2. Molte persone – anche senza mal di schiena – hanno cambiamenti nella spina dorsale o nei dischi intervertebrali che sono considerati normali segni di usura.
  3. A volte sono visibili sulle foto dei cambiamenti che non hanno nulla a che fare con il mal di schiena e portano i medici su una strada sbagliata – le conseguenze sono diagnosi errate.

Ciò che aiuta con il mal di schiena è molto individuale. Dipende sempre dal tipo, dalla durata e dalla causa del mal di schiena quali terapie vengono utilizzate. Il mal di schiena acuto, per esempio, può essere trattato diversamente dalla forma cronica. L’obiettivo è sempre quello di prevenire questa cronicizzazione del dolore.

Mal di schiena: farmaci

Il mal di schiena acuto scompare quasi sempre da solo. Rimanere fisicamente attivi e fare esercizio regolarmente. Questa è la migliore ricetta contro il mal di schiena.

In caso di mal di schiena acuto, le medicine che dissipano il dolore aiutano. Questo vi rende anche più mobili nel vostro lavoro e nella vita quotidiana. Gli antidolorifici efficaci per il mal di schiena che hanno anche un effetto antinfiammatorio sono i farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). Basse dosi di questi antidolorifici sono disponibili senza prescrizione nelle farmacie o nei negozi online. I principi attivi di questo gruppo sono ibuprofene, diclofenac, naprossene o acido acetilsalicilico (ASA).

Sono disponibili in diverse forme, come pomata per il mal di schiena o compresse da inghiottire. Tuttavia, non prendere gli antidolorifici per troppo tempo. A volte i medici somministrano anche un’iniezione contenente un antidolorifico per il mal di schiena.

Puoi anche provare il taping per alleviare il dolore. Si tratta di applicare nastri colorati (con l’aiuto di un’altra persona) sulla schiena. Si suppone che rilassino i muscoli, rafforzino la schiena e allevino il dolore nella parte piccola della schiena. Anche se molte persone – specialmente gli atleti competitivi – giurano sul taping: L’efficacia non è stata provata scientificamente. Ma forse i nastri valgono un tentativo.

Alcuni provano anche l’omeopatia per il mal di schiena. Tuttavia, le assicurazioni sanitarie obbligatorie di solito non coprono i costi. Gli omeopati usano i seguenti rimedi per il mal di schiena, tra gli altri:

  • Zinco metallico
  • Nux vomica
  • Seppia
  • Rhus toxicodendron
  • Lachesis

Rimedi casalinghi

Il calore è un rimedio collaudato per il mal di schiena. La maggior parte degli interessati lo trova molto piacevole. Il calore scioglie e rilassa i muscoli induriti e il mal di schiena diminuisce. Ci sono vari metodi di applicazione del calore, per esempio:

  • Bottiglia d’acqua calda, cuscinetto riscaldante
  • Unguenti di calore, cerotti di calore
  • Impacchi di fango, bagni di fango

Per il mal di schiena, i cerotti di calore, la luce rossa o la borsa dell’acqua calda sono una buona misura di primo soccorso da prendere a casa. Soprattutto nella fase iniziale, i trattamenti termici possono alleviare il dolore acuto. Nel caso del dolore cronico, servono principalmente per il benessere.

Mal di schiena: esercizi

Per il mal di schiena, il principio è: esercizio fisico invece di riposo a letto! Più ti muovi (o ti muovi), più velocemente ti libererai del tuo. Ci sono scuole speciali per la schiena dove si possono imparare esercizi specifici. Gli studi di fitness o i club sportivi offrono spesso questo tipo di allenamento contro.

Gli specialisti della schiena ti mostrano esercizi speciali e ti insegnano a sollevare carichi in modo corretto o a sederti in modo da favorire la schiena. L’obiettivo è quello di rafforzare la schiena e di allontanare gli schemi di movimento errati. La scuola della schiena previene così anche il dolore. Una volta che avete imparato tutti gli esercizi, dovete anche esercitarvi regolarmente a casa. Le casse malattia statutarie spesso sovvenzionano la scuola secondaria.

Anche le seguenti misure possono aiutare con il mal di schiena:

  • Metodi di rilassamento, per esempio il training autogeno o il rilassamento muscolare progressivo secondo Jacobson: non solo rilassano il corpo, ma eliminano anche lo stress
  • Allenamento di mindfulness, meditazione
  • Pilates, Tai Chi, Qigong o Yoga contro: gli esercizi allungano e rafforzano i muscoli addominali, dorsali e pelvici. I movimenti delicati sono spesso utili anche per lo stress mentale.
  • Agopuntura: l’operatore inserisce aghi sottili verticalmente o obliquamente sotto la pelle in punti selezionati situati lungo i meridiani. Secondo la medicina tradizionale cinese, i meridiani sono percorsi in cui l’energia vitale Qi scorre attraverso il corpo. Se questa energia non scorre armoniosamente, ciò può portare a disturbi e malattie. Gli aghi dovrebbero allentare i blocchi e ristabilire l’equilibrio. Gli studi dimostrano che l’agopuntura è efficace contro il dolore.
  • Osteopatia: L’osteopata segue la fascia, cioè il tessuto connettivo, con le mani, sente le tensioni e i blocchi e cerca di scioglierli con speciali movimenti della mano. Secondo gli insegnamenti dell’osteopatia, le varie parti del corpo – come i muscoli, i nervi, i vasi sanguigni – hanno bisogno di mobilità libera. I blocchi, d’altra parte, portano al dolore. Finora, nessuno studio scientifico ha dimostrato l’efficacia di questo metodo.
  • Massaggio, solette speciali per le scarpe, stimolazione elettrica transcutanea dei nervi (TENS): Tuttavia, l’efficacia non è stata ancora sufficientemente studiata.
  • Fisioterapia (ex fisioterapia): la fisioterapia consiste nel migliorare la mobilità del paziente, nel rafforzare il suo sistema spinale e nel cambiare i comportamenti dannosi per la schiena. A seconda dei disturbi del paziente, il fisioterapista elabora un piano terapeutico, che può includere fisioterapia, allenamento speciale della schiena, massaggi e terapia del calore. Il paziente può anche fare gli esercizi sportivi da solo a casa o in ufficio dopo la fine della terapia.
  • Rilassamento muscolare progressivo: in questo metodo di riduzione dello stress, i pazienti si allenano a tendere specificamente diverse parti del muscolo (ad esempio le spalle, il collo, le gambe), a mantenere la tensione per alcuni secondi e poi a rilasciarla di nuovo consapevolmente. Il metodo migliora la consapevolezza del corpo, aiuta a sciogliere i muscoli e promuove uno stato di rilassamento di tutto il corpo.

I seguenti trucchi possono essere utili nella vita quotidiana:

  • Fase letto: Posizionare la parte inferiore delle gambe su un supporto adatto (ad esempio diversi cuscini, cuscini di schiuma, sedia) in modo che formino un angolo di circa 90 gradi. Questa posizione a gradini allevia la tensione sulla schiena e molti la trovano comoda. Ma non rimanere in questa posizione per troppo tempo.
  • Non sollevare o trasportare carichi pesanti; fare anche attenzione quando ci si piega
  • Muovetevi il più normalmente possibile nella vita quotidiana e siate attivi. Per esempio, andare a passeggiare più spesso. Se ci si ritira nelle proprie quattro mura e si rinuncia alle cose piacevoli, il mal di schiena può risultare ancora più stressante. Questo, a sua volta, può peggiorare il dolore.
  • Assicuratevi di avere un posto di lavoro adatto alla schiena. Questo include la giusta sedia da ufficio, la scrivania o una tastiera ergonomica per PC. Questo vi aiuterà a prevenire la tensione e il dolore di schiena.
  • Il materasso giusto: il mal di schiena è a volte il risultato di un materasso sbagliato. Chiedi consiglio a un negozio specializzato su quale tipo di materasso è meglio per te dormire se hai mal di schiena. Il tuo medico potrebbe anche avere qualche consiglio da darti.
Mal di schiena farmaci

FOCUS-HEALTH

Trattare e prevenire il mal di schiena: un materasso è adatto alla schiena se cede alle anche e alle spalle e allo stesso tempo sostiene le gambe e la vita (frecce). La spina dorsale dovrebbe sempre formare una linea retta durante il sonno

Per il mal di schiena cronico, i medici usano la terapia del dolore multimodale, che combina diversi trattamenti. La terapia comportamentale è anche una componente importante per il mal di schiena cronico. Si tratta della percezione del dolore, ma anche dell’atteggiamento mentale verso il dolore. Passo dopo passo, imparano a gestire meglio il dolore e ad affrontarlo bene nella vita quotidiana. Chi soffre di dolore cronico può anche esercitarsi a superare la paura dell’attività fisica e porre fine al circolo vizioso di paura, mancanza di esercizio e depressione. Diversi studi testimoniano l’efficacia delle terapie comportamentali per il dolore cronico.

I seguenti trucchi possono essere utili nella vita quotidiana:

  • Fase letto: Posizionare la parte inferiore delle gambe su un supporto adatto (ad esempio diversi cuscini, cuscini di schiuma, sedia) in modo che formino un angolo di circa 90 gradi. Questa posizione a gradini allevia la tensione sulla schiena e molti la trovano comoda. Ma non rimanere in questa posizione per troppo tempo.
  • Non sollevare o trasportare carichi pesanti; fare anche attenzione quando ci si piega
  • Muovetevi il più normalmente possibile nella vita quotidiana e siate attivi. Per esempio, andare a passeggiare più spesso. Se ci si ritira nelle proprie quattro mura e si rinuncia alle cose piacevoli, il mal di schiena può risultare ancora più stressante. Questo, a sua volta, può peggiorare il dolore.
  • Assicuratevi di avere un posto di lavoro adatto alla schiena. Questo include la giusta sedia da ufficio, la scrivania o una tastiera ergonomica per PC. Questo vi aiuterà a prevenire la tensione e il mal di schiena.
  • Il materasso giusto: il mal di schiena è a volte il risultato di un materasso sbagliato. Chiedi consiglio a un negozio specializzato su quale tipo di materasso è meglio per te dormire se hai mal di schiena. Il tuo medico potrebbe anche avere qualche consiglio da darti.

Per il mal di schiena cronico, i medici usano la terapia del dolore multimodale, che combina diversi trattamenti. La terapia comportamentale è anche una componente importante per il mal di schiena cronico. Si tratta della percezione del dolore, ma anche dell’atteggiamento mentale verso il dolore. Passo dopo passo, si impara a gestire meglio il dolore e ad affrontarlo bene nella vita quotidiana.

Prevenire il mal di schiena – i migliori consigli

È possibile prevenire il mal di schiena attraverso una misura semplice e poco costosa: l’esercizio fisico regolare. L’esercizio e lo sport contro il mal di schiena assicurano anche che il dolore non si ripresenti costantemente o addirittura diventi cronico.

Ci sono alcune misure che puoi prendere per prevenire il mal di schiena se fai un lavoro fisico pesante o il tuo lavoro richiede di camminare molto o stare in piedi. Gli esempi sono:

  • Si può prevenire il mal di schiena quando si corre, per esempio, indossando le scarpe giuste. Perché spesso la colpa è delle scarpe sbagliate. Assicuratevi che le scarpe ammortizzino bene i vostri passi e assorbano gli urti. Devono essere morbidi e comodi, offrire abbastanza spazio e non essere troppo alti. Se i suoi piedi sono mal posizionati, potrebbe essere necessario indossare dei plantari.
  • Si può prevenire il mal di schiena quando ci si piega imparando a farlo correttamente. Gli allenatori della scuola sul retro ti mostrano come piegarti correttamente da una posizione seduta o in piedi. Inoltre: come sollevare carichi pesanti senza danneggiare la schiena. A volte un corsetto o una cintura ti proteggono dal mal di schiena se il tuo lavoro richiede spesso di trasportare e sollevare carichi pesanti. Questo sostiene la schiena e i muscoli addominali e fa sì che non ci si “sollevi”.

Prevenire con l’esercizio!

Assicurati di fare più esercizio possibile nella tua vita quotidiana – i migliori consigli!

  • Salire le scale invece di prendere l’ascensore o la scala mobile. E se si sceglie di farlo: Puoi anche camminare sulla scala mobile o sul nastro trasportatore dell’aeroporto.
  • Se siete al telefono con il vostro smartphone, alzatevi e fate qualche passo. Se vuoi parlare con il tuo collega, fai una breve passeggiata fino al prossimo ufficio e non prendere il telefono.
  • Si alzi spesso dalla sedia dell’ufficio per allungare e sciogliere i muscoli. Durante la pausa pranzo, una passeggiata intorno all’isolato aiuta.
  • Vai a piedi o in bicicletta sul posto di lavoro, se possibile. Altrimenti, scendi dal trasporto pubblico qualche fermata prima e cammina per il resto della strada.
  • Lascia la tua auto a sinistra più spesso, per esempio quando fai shopping o fai attività ricreative.

Sport contro il mal di schiena

Ci sono alcuni sport adatti alla schiena che allenano i muscoli e rafforzano la schiena a lungo termine. Questi includono, per esempio:

  • Nuoto: soprattutto dorso e crawl, meno rana
  • Il nordic walking – camminare con i bastoncini – fa bene al mal di schiena. Il jogging è meno buono per il mal di schiena, perché mette uno sforzo considerevole sulla colonna vertebrale. Tuttavia, è più adatto per perdere peso se si è in sovrappeso – che è anche un frequente fattore scatenante del mal di schiena.
  • Yoga, Tai Chi, Pilates o Qigong sono anche buoni per la schiena.
  • Allenamento muscolare: muscoli forti nella schiena, nel collo e nell’addome formano un buon corsetto di sostegno per la spina dorsale e sono la migliore protezione contro il mal di schiena. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda l’allenamento muscolare due volte alla settimana. Tutti possono rafforzare i muscoli con l’aiuto del proprio peso corporeo, per esempio con flessioni e squat o con manubri, bande e macchine.

Mal di schiena – quando vedere un medico?

Tuttavia, una visita al medico di famiglia è consigliabile nei seguenti casi:

  • Il dolore alla schiena non si placa o si intensifica nemmeno dopo quattro o sei settimane.
  • Soffri anche di altri sintomi, per esempio formicolio o intorpidimento delle braccia o delle gambe. Questi possono indicare un’ernia del disco, per esempio, in cui i nervi sono colpiti.
  • Hai dolori addominali e alla schiena: dietro potrebbe esserci una malattia nel tratto digestivo, come la sindrome dell’intestino irritabile, calcoli renali o calcoli biliari.
  • Il dolore alla schiena quando si respira indica che la causa del dolore è nei polmoni. Per esempio, potrebbe essere una polmonite.

Mal di schiena: quale medico?

Se hai mal di schiena, consulta prima il tuo medico di famiglia. Se qualcosa non è chiaro, lui o lei vi indirizzerà a uno specialista appropriato, per esempio uno specialista ortopedico. Lui o lei può individuare le malattie delle ossa e della spina dorsale: Ernia del disco, vertebre allentate, un canale spinale ristretto o osteoporosi.


Marco Satmari

Laureato in di Master di I Livello presso l'Istituto Ortopedico Rizzoli nel 2019. In seguito è stato impegnato nell'insegnamento e nella formazione degli studenti che vogliono entrare nella facoltà di medicina. Ora faccio pratica e dal 2020 pubblicherò articoli sui problemi dell'apparato muscoloscheletrico.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button